La nostra storia

1927 –   Arnaldo Fusco, responsabile negli anni ’30 della scuola di roccia del CAI di Napoli nonchè primo scalatore del Pistillo, caratteristica e impegnativa guglia rocciosa dei Monti Lattari, è il primo socio stabiese del Club Alpino Italiano.

1935 –   Viene fondata a Castellammare di Stabia la sezione “Monte Faito” del Club Alpino Italiano. Il suo primo presidente è il Dott. Giovanni Pellizzari, dirigente dei Cantieri Metallurgici “Falck” di Castellammare. Vice Presidente è il Comm. Rag. Amilcare Sciarretta.

1936 –   Gennaio La sezione ospita il Presidente Generale del CAI, On. Angelo Manaresi, in un’ascensione al Monte Sant’Angelo a Tre Pizzi.

1937 – Marzo La sezione di Napoli, per mezzo del Presidente Mario Corona, Consigliere centrale del CAI, ottiene dalla Direzione Centrale del CAI che la sezione “Monte Faito” di  Castellammare diventi sottosezione del CAI di Napoli. I soci della sezione, con una sdegnata lettera di protesta al Presidente Generale, riescono a far annullare tale delibera.

Aprile Il Comm. Rag. Amilcare Sciarretta, Presidente dei Ludi Fascisti Stabiensi, viene nominato dal Fascio Stabiese, Presidente della sezione CAI “Monte Faito”, in ottemperanza alla circolare n. 13 della Federazione dei Fasci di combattimento di Napoli del 3 Febbraio 1937.

Maggio La sezione organizza un raduno moto-alpinistico al Monte Faito.

1938 – Agosto La sezione organizza due gare di corsa in montagna da Castellammare al Molare.

Il Principe di Piemonte dona alla sezione CAI di Castellammare un rifugio in legno nei pressi del Monte Cercasole.

1939-1940 Intensa attività escursionistica e di arrampicata sui Monti Lattari e al Vesuvio.

Nella Rivista mensile del CAI (vol. LIX, n. 5/1939-40) si segnala che la sezione di Castellammare di Stabia pubblica un bollettino di informazioni “…dal quale appare la promettente ripresa dell’attività sezionale….”

1942 – La Presidenza Generale del CAI delibera lo scioglimento della sezione “Monte Faito” per  inefficienza, in conseguenza della partenza di molti dei suoi soci per il fronte o il trasferimento  altrove per motivi di lavoro.

1947 –   9 Marzo Viene costituita dal CAI di Napoli una sottosezione a Castellammare di Stabia.

Aprile Si disputa il Trofeo Caiazzo, gara di corsa in montagna a staffetta da Pimonte al Molare, con discesa ai boschi di Quisisana. Tre squadre stabiesi si classificano rispettivamente seconda, terza e quarta, dietro la squadra napoletana composta da Francesco Castellano, Marco Potena e Ninotto De Crescenzo.

1947-1955 – La sottosezione organizza ogni anno dei campi estivi al Monte Faito, della durata anche di due mesi, adoperando delle tende canadesi donate alla sottosezione dalla Duchessa d’Aosta. Nel corso di tali campi vengono organizzate esercitazioni di roccia ed escursioni sul Monte Faito. Utilizzando le stesse tende canadesi, si organizzano dei brevi campi di arrampicata a Capri. Inoltre praticamente ogni fine settimana la sottosezione organizza gite in pullman per i soci sciatori, (a Roccaraso, al Laceno e al Matese). Si costituisce inoltre un gruppo di lavoro per la segnatura dei sentieri.

1947-1962 – La sottosezione ha in questi anni un proprio programma annuale di escursionismo, di arrampicata e di sci. Intensa è anche l’attività individuale dei soci.

1948 –  Al Trofeo Caiazzo di corsa in montagna la squadra stabiese formata dai soci Vittorio Condoleo, Guerino Milano e Catello Staiano si classifica prima.

1949 – La sottosezione contribuisce fattivamente alla costruzione del Santuario di San Michele Arcangelo al Monte Faito. I soci della sottosezione trasportano infatti a piedi, negli zaini, il materiale occorrente per la costruzione. Alla festa inaugurale, la sottosezione è presente con un proprio stand.

1950 – Una squadra stabiese composta dai soci Alfonso Condoleo e Giuseppe Matarese vince la Coppa “Carlo Ferraro” di corsa in montagna.

1951 –  Il Reggente della sottosezione, Dott. Liutprando Prandi, presenta alla Presidenza Generale del CAI la domanda di costituzione in sezione. La sezione di Napoli tuttavia in una riunione del Consiglio direttivo dell’1 Febbraio 1951, pur riconoscendo l’attività e i meriti della Sottosezione, esprime proprio parere sfavorevole, impedendo di fatto la ricostituzione della sezione stabiese.

1952 –   La sottosezione raggiunge quota 82 soci.

1953 –  24 Ottobre I soci della sottosezione partecipano alle ricerche e al successivo ritrovamento della salma del Prof. Vincenzo Irollo, recatosi in gita al Monte S. Angelo a Tre Pizzi.

1954 – La sottosezione invia un proprio rappresentante al 65° Congresso del CAI ed organizza il trasferimento a Castellammare della Mostra Fotografica della sezione di Napoli.

1964 –   Il Dott. Liutprando Prandi, a seguito del tracollo di soci e di attività della sottosezione verificatosi nei primi anni ‘60, viene chiamato dall’Assemblea dei soci, a reggere nuovamente la sottosezione, di cui già era stato apprezzato reggente dal 1950 al 1956. “. Il Reggente Prandi, dopo qualche mese, pur non nascondendo le difficoltà in cui versa la sottosezione, si mostra soddisfatto della ripresa delle attività: “i primi frutti si sono visti maturare abbastanza celermente; siamo nuovamente rientrati nella normale prassi amministrativa, abbiamo proceduto all’elezione delle cariche statutarie, abbiamo ripreso, più fecondi e produttivi, gli amichevoli e doverosi contatti con la sezione napoletana e, principalmente, sono state tolte le ragnatele da numerosi scarponi chiodati che giacevano dimenticati, o quasi, tra le vecchie reliquie di famiglia…”.

1968 –  Liutprando Prandi presenta le sue dimissioni irrevocabili. A succedergli, con una reggenza che durerà per ben trent’anni viene chiamato Leonardo Pagano.

1968-1997 – La sottosezione non ha più un suo programma di gite. Inoltre i soci si riuniscono saltuariamente, solitamente non più di una volta all’anno, presso l’abitazione di alcuni soci.

1971 – 22 Gennaio Una folta delegazione di soci stabiesi partecipa alla Cena organizzata dalla sezione di Napoli, in occasione del Centenario del Club Alpino Italiano.

1993 –   Leonardo Pagano, Reggente della sottosezione, nell’inviare all’allora Presidente della sezione di Napoli, Alfonso Piciocchi, il rendiconto per l’anno 1993, scrive: “dopo il calo degli anni scorsi che aveva rasentato la soppressione della sottosezione, con gli anni ‘90 è iniziata una lenta ripresa che ha riportato il numero degli aderenti a trenta. Ciò consente di far figurare il nome di Castellammare in una classifica positiva”

1997 –  1 Agosto Muore Leonardo Pagano.

Viene chiamata a succedergli Paola Tardiani che avvia una breve collaborazione con il locale gruppo degli “Amici della Montagna” e trova una sede provvisoria presso il Centro Immersioni Stabia, ove il 27 Dicembre organizza un’affollatissima proiezione di Onofrio Di Gennaro dal titolo “Sui vulcani e nei parchi nazionale delle tre Americhe”. Ed è proprio la febbre vulcanica di Onofrio a riaccendere negli anni successivi la vocazione alpinistica di Castellammare.

2001 – I soci della sottosezione Maurizio Caccioppoli, Raffaele Luise ed Elio Palagiano partecipano a una spedizione Campana ai Monti dell’Atlante in Marocco capeggiata dal Presidente della sezione di Napoli Onofrio De Gennaro, nel corso della quale vengono scalati il Jebel Toubkal  (4167 m) e altri tre quattromila africani. Al ritorno l’entusiasmo è alle stelle ed i soci della sottosezione incominciano a riunirsi con regolarità presso la Comunità Promozione e Sviluppo.

2001-2008 – La sottosezione, sotto la guida dei Reggenti via via succedutisi, Paola Tardiani, Lello Girace e Liborio Liguori si accresce rapidamente, ha un suo programma escursionistico annuale, e svolge un’intensa attività nei più svariati campi dell’alpinismo.

2009 – Il Comitato Centrale di Indirizzo e Controllo del Club Alpino Italiano ha approvato, in data 13/6/ 2009 la delibera del Comitato Direttivo Centrale con la quale viene statuita la costituzione della Sezione di Castellammare di Stabia.

 

PRESIDENTI della sezione “Monte Faito” di Castellammare di Stabia

Dott. Giovanni PELLIZZARI (1935 – Aprile 1937)

Comm. Rag. Amilcare SCIARRETTA (Aprile 1937 – Gennaio 1942)

 

REGGENTI della sottosezione di Castellammare di Stabia

Sig. Giovanni CERCHIA: dal 9 Marzo 1947 al 10 Novembre 1949

Sig. Loreto STARACE: dal 10 Novembre 1949 al 9 Novembre 1950

Dott. Liutprando PRANDI: dal 9 Novembre 1950 all’8 Marzo 1956

Dott. Achille CATELLI: dall’8 Marzo 1956 al 22 luglio 1960

Dott. Notaio Gaspare DE MARTINO: dal 22 Luglio 1960 al 23 Luglio 1964

Dott. Liutprando PRANDI: dal 23 Luglio 1964 al 26 Febbraio 1968

Dott. Leonardo PAGANO: dal 26 Febbraio 1968 all’1 Agosto 1997

Sig.ra Paola TARDIANI: dal  Settembre 1997 al 16 Aprile 2003

Sig. Catello GIRACE: dal  16 Aprile 2003 al 18 Aprile 2007

Dott. Liborio LIGUORI: dal 18 Aprile 2007 al 13 Giugno 2009

 

PRESIDENTI della sezione  di Castellammare di Stabia

Dott. Liborio LIGUORI: dal 13 Giugno 2009 al 31 Marzo 2016

Dott. Pio GAETA: dal 1 Aprile 2016 ad oggi