Escursioni 23 e 24 luglio

Sabato 23 e Domenica 24 luglio 2016

(Parco Nazionale del Pollino)

Serra Dolcedorme (m. 2267) e Serra del Prete (m. 2180) dal Colle dell’Impiso

DIFFICOLTA’ : EE

Direttori di escursione:

Massimo CESARO tel. 338 9264905

Programma:

VENERDI’ 22 luglio
ore 15,30 – appuntamento a C.mare di Stabia nei pressi della Clinica Villa Stabia e partenza con auto proprie, arrivo a Viggianello / Mezzana Salice alle ore 19,00 circa, sistemazione presso l’Hotel Ristorante “Mulino Iannarelli” (www.mulinoiannarelli.com), costo trattamento di 1/2 pensione pari ad € 60,00 a persona per notte, comprendente: sistemazione in camera doppia con bagno, prima colazione e cena composta da tre portate + dessert (bevande alcoliche escluse), maggiorazione per camera singola € 20,00 per notte;
ore 20,00 – cena presso Ristorante dell’Albergo;

SABATO 23 luglio
ore 07,30 – prima colazione in albergo;
ore 08,00 – partenza con auto proprie per l’escursione alla Serra Dolcedorme dal Colle dell’Impiso;
ore 18,00 circa – rientro dall’escursione;
ore 20,00 – cena presso Ristorante dell’Albergo;

DOMENICA 24 luglio
ore 7,30 – prima colazione in albergo;
ore 8,00 – partenza con auto proprie per l’escursione alla Serra del Prete dal Colle dell’Impiso, al rientro dall’escursione (ore 15,00 circa) ritorno a C.mare previsto intorno alle ore 18,30;

TERMINE PERENTORIO PRENOTAZIONI
ENTRO IL GIORNO 08 LUGLIO

PER PRENOTAZIONI ED INFORMAZIONI SI PREGA CONTATTARE AL PIU’ PRESTO IL DIRETTORE DI ESCURSIONE –  338 9264905

DESCRIZIONE ITINERARIO ALLA SERRA DOLCEDORME:
dalla località Varco si raggiunge con le auto in circa 20-25 minuti il Piano Visitone e quindi, dopo qualche centinaio di metri, il Colle dell’Impiso (m. 1573), dove si parcheggia comodamente. Da Colle Impiso, salire di qualche centinaio di metri e seguire la sterrata sulla sinistra che scende al Piano di Vacquarro basso. Dopo una serie di tornanti, arrivati sul primo pianoro, si incrocia sulla destra il sentiero n. 901 (tratto del Sentiero Italia Morano Calabro – Santuario della Madonna di Pollino). Si prosegue e si sale invece sul sentiero sulla sinistra del piano che continuando in salita, nel bosco di faggi, si arriva al Piano di Rummo (la sorgente omonima è sulla sinistra del piano scendendo nel canalino per circa 500 metri) superato il quale si prosegue e con un tratto breve ma ripido si esce ai Piani di Pollino. Il sentiero sulla destra, pochi metri prima di uscire ai piani, conduce a Colle Gaudolino e può rappresentare un’ottima variante per il ritorno. Si attraversa il piano in tutta la sua lunghezza, avendo cura di mantenersi sulla destra fuori dal bosco al di sotto della grande frana della parte Nord/Ovest del Monte Pollino. Alla fine del piano, sempre sulla destra, si impegna il ripido canalone che attraverso il bosco porta sulla Sella del Dolcedorme o Sella del Malevento (1970m) che separa il Monte Pollino dalla Serra del Dolcedorme. Dalla sella si sale a sinistra, dapprima senza percorso obbligato, sino al primo contrafforte roccioso mantenendosi leggermente sulla sinistra. In breve si trova la traccia di sentiero che aggira sulla sinistra la Timpa di Valle Piana e che conduce al passo omonimo. Dal passo si sale senza difficoltà su Serra Dolcedorme (2267m). Si ritorna per la stessa strada.
DIFFICOLTA’: EE
TEMPI DI PERCORRENZA:  4,30 ore andata e 3,30 ore ritorno circa più le soste ;
EQUIPAGGIAMENTO NECESSARIO: Scarponi da montagna, abbigliamento escursionistico “a strati” (data la quota è possibile trovare temperature rigide e qualche chiazza di neve anche in estate), pile, giacca a vento e/o mantellina antipioggia, pranzo a sacco, acqua (almeno 2 litri a persona), bastoncini telescopici, torcia ;
DISLIVELLO E LUNGHEZZA:  1100 m. (circa) in salita ed altrettanti in discesa per circa 18 km. di sviluppo totale del percorso ;

impiso_a_dolcedorme

DESCRIZIONE ITINERARIO ALLA SERRA DEL PRETE:
Per Colle Impiso l’avvicinamento è come alla escursione precedente. Da Colle Impiso salire di qualche centinaio di metri, tralasciando la sterrata sulla sinistra che scende ai Piani di Vacquarro, salire di altri pochi metri. Qui impegnare il sentiero a destra che, in modo ripido ma graduale, sale e porta fino all’uscita dal bosco; da qui si prosegue tenendosi sul crinale e in breve si arriva in vetta. Per chiudere un anello che riporti a Colle Impiso attraverso Colle Gaudolino si prosegue in discesa tra i pianori di Sud-Ovest che in breve portano verso l’ingresso del bosco (porre attenzione nella ricerca del segnale) e si continua su una comoda mulattiera sino a Colle Gaudolino dove si esce a pochi metri dall’abbeveratoio. Da qui a sinistra ci si immette nel tratto del sentiero n. 901 (Sentiero Italia: Morano Calabro – Santuario della Madonna del Pollino) che passando per la Sorgente di Spezzavummula, che conduce al Piano di Vacquarro. Arrivati al Piano si abbandona il sentiero n. 901 e si sale a sinistra sulla stradina in direzione di Colle Impiso.
DIFFICOLTA’: EE
TEMPI DI PERCORRENZA:  2.30 ore andata e 2 ore ritorno circa più le soste ;
EQUIPAGGIAMENTO NECESSARIO: come alla escursione precedente
DISLIVELLO E LUNGHEZZA:  700 m. (circa) in salita ed altrettanti in discesa per circa 8 km. di sviluppo totale del percorso ;

impiso_a_delprete

Avvertenza Importante: nei pressi dell’albergo non è facile acquistare cibi e bevande, c’è un centro abitato molto piccolo, è quindi consigliabile portare da casa quanto necessario per il pranzo a sacco nei due giorni di escursione.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.