Alpinismo Giovanile 14 ottobre

Domenica 14 ottobre 2018

Alpinismo Giovanile

Escursione delle tre sorgenti e Monte Cervigliano
Sulle orme di Giustino Fortunato

Diff: E

Direttori di escursione: Pio Gaeta (335 6339741), Ciro Di Martino (333 7184174)

ISCRIZIONI: Gli appuntamenti di alpinismo giovanile sono riservati ai ragazzi eventualmente accompagnati dai genitori.

I non soci che intendono partecipare all’appuntamento devono comunicare i propri dati anagrafici ai Direttori di Escursione per la stipula dell’assicurazione giornaliera del costo di €6,00 entro il venerdì precedente.

I ragazzi possono essere affidati agli Accompagnatori di Alpinismo Giovanile. In quest’ultimo caso, il genitore (ovvero il tutore legale) deve far pervenire il modulo di autorizzazione allegato.

APPUNTAMENTO: a Castellammare di Stabia al Viale Europa (pressi Villa Stabia) alle 8:45 con auto proprie oppure all’uscita del traforo di Agerola alle 9:15

Percorso ad anello

Dislivello: 330 m – durata : 5 ore

EQUIPAGGIAMENTO: scarpe da montagna con le suole scolpite, abbigliamento “a strati” (giubbotto antivento, maglietta, camicia, felpa, k-way, maglia di ricambio), zainetto, cappellino, pranzo a sacco e acqua (almeno 1 litro a testa)

Note descrittive: Si tratta di un percorso ad anello con dislivello medio.

Dislivello: 450 m andata e ritorno

Durata: 5 ore A/R

Difficoltà: media difficoltà

L’itinerario è adatto alle tre fasce di età dell’Alpinismo Giovanile

BREVE DESCRIZIONE:
L’escursione ha inizio dal traforo di Agerola località “Palommelle”. Si percorre il sentiero CAI 367 su una bellissima mulattiera gradinata in pietra calcarea locale, principale collegamento tra Agerola e il versante napoletano, prima dell’apertura della galleria.

Risalito il crinale sino ad incrociare l’alta via dei Monti Lattari (sentiero CAI 300) ci si dirige verso la località “Ammarrataa” dove potremo osservare alcune antiche “neviere” di Agerola e riscopriremo un “cold case” di 150 anni fa.

I ragazzi più grandi saliranno sulla cima del Cervigliano, mentre gli altri, entrati nella riserva integrale del parco delle Ferriere, costeggeranno il crinale sud del monte Cervigliano (o Cervellano) sino al pianoro della sorgente dell’”acqua “Vrecciara” dove si sosterà per il pranzo e per alcune attività ludiche insieme ai ragazzi.

Il ritorno avverrà circumnavigando il crinale nord del Cervigliano, dove avremo la possibilità di osservare le sorgenti dell’acqua Fredda e dell’acqua di S.Giuliano.

Il percorso ricalca quello effettuato il 15 ottobre 1877 da Giustino Fortunato, insigne meridionalista e senatore del Regno d’Italia nonché socio del CAI di Napoli che percorse in tre giorni tutta la catena dei Monti Lattari e che così si espresse riguardo questi monti:

“…non c’è forse contrada per tutto l’Appennino che abbia per tempo stesso tanta maestà di monti e tanta bellezza di marine…”

RISCHI E RESPONSABILITA’: L’escursione è rivolta a studenti e ragazzi dagli otto ai diciassette anni.

I partecipanti intervenendo alla gita sociale, accettano tali rischi e sollevano da qualsiasi responsabilità la Sezione CAI di Castellammare, i Direttori di gita ed i collaboratori per incidenti ed infortuni che si dovessero verificare durante l’escursione.

 

Condividi
  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.