Escursione 28 Ottobre

Domenica 28 Ottobre 2018

Monti Alburni
(Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano)

Le Torri di Petina

Difficoltà: E

DIRETTORE DI ESCURSIONE:
NINO MASTELLONE 328.6142798

DISLIVELLO: 800m       DURATA: 4h soste escluse      LUNGHEZZA: 9Km      TIPOLOGIA: A/R

APPUNTAMENTO: Appuntamento con auto proprie presso la Clinica Stabia (C/Mmare di Stabia) alle ore 8.00 oppure all’uscita di Petina della SA-RC alle ore 9.00 (circa).

COME SI RAGGIUNGE PETINA E IL PUNTO DI PARTENZA DELL’ESCURSIONE: La cittadina di Petina dista circa 90 km da Castellammare di Stabia e si raggiunge nel modo seguente:
a) dapprima si prende la Napoli – Salerno, al casello di C/Mmare-Pompei, in direzione di Salerno;
b) si prosegue sulla Salerno – Reggio Calabria fino all’uscita di Petina, svoltando a destra, all’uscita dell’autostrada e poi a destra;
c) si prosegue lungo la Strada Provinciale 35 fino al centro di Petina;
d) si prende la strada Provinciale 35/a in direzione di Sicignano e poco dopo aver lasciato l’abitato si imbocca sulla sinistra (tabella segnavia del CAI) una stradina in salita con la quale si giunge al punto di partenza dell’escursione a quota 780m circa, dove la strada comincia a restringersi lasceremo le auto.

DESCRIZIONE DELL’ITINERARIO: Si continua a seguire la strada che diviene sterrata dapprima in direzione Sud-Ovest ed Ovest e poi, dopo un tornante, in direzione Sud-Est. La strada dopo un pò si restringe ancora, diviene sentiero, affronta dei tornanti, e con pendenza costante, conduce nei pressi della prima Torre, quella più ad ovest: Il Figlioletto (1299 m) seppur scarsamente visibile perché un pò nascosta dalla vegetazione.
A questo punto invece di proseguire sul margine del massiccio verso le altre Torri entreremo un po’ all’interno percorrendo una sterrata che ci condurrà nei pressi delle due Torri più orientali ovvero la Ripa Alata (1291 m) e la Figliolo (1305 m). Saliremo sul Figliolo mediante un elementare sentiero per poter ammirare al meglio le altri Torri e poterci affacciare sul versante di Petina.
Ridiscesi per la stessa strada lambiremo la Ripa Alata e lasciando la sterrata percorrendo un sentiero nel bosco e giungeremo fino ai piedi della maestosa Ripa Lunga (1337 m) la più alta tra le Torri da dove ammireremo un panorama meraviglioso sull’abitato di Petina, il Panormo e vedremo il Figlioletto. Da qui, dopo una sosta per la colazione, proseguendo per tracce nel bosco sul margine del massiccio, ritorneremo sul percorso di salita per affrontarlo in senso inverso, in discesa, fino al punto di partenza.

EQUIPAGGIAMENTO: Scarponi da montagna, abbigliamento escursionistico “a strati” (data la quota è possibile trovare temperature rigide anche in autunno), giacca a vento e/o mantellina antipioggia, pranzo a sacco, acqua (almeno 2 litri a persona), bastoncini telescopici, torcia.

AVVERTENZA: I direttori di escursione si riservano di modificare in parte l’itinerario in caso di condizioni meteo avverse o di condizioni del sentiero e capacità dei partecipanti tali da impedire la conclusione dell’escursione nei tempi prefissati.

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA: Tutti i partecipanti sono pregati di contattare i Direttori di Escursione. Escursione riservata solo ai soci CAI.

Condividi
  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.