Escursione 13 gennaio

Domenica 13 Gennaio 2019

Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano

Monte Chianello (1319 m) da Capizzo (656 m)

DIFFICOLTA’: F (alpinistica facile) a causa della neve e delle basse temperature

DIRETTORE DI ESCURSIONE: Raffaele LUISE (Cell.: 339 2040444 – Tel.: 081 8712974)

Appuntamento con auto proprie nei pressi dell’Ospedale di Castellammare di Stabia alle ore 6:45

DISLIVELLO: 670 m

DURATA: 6 ore

EQUIPAGGIAMENTO NECESSARIO: Scarponcini da trekking, abbigliamento escursionistico “ a strati”, giacca a vento, ramponi, piccozza, guanti, cappello, bastoncini telescopici, lampada frontale, occhiali da sole, pranzo a sacco ed acqua. I partecipanti sono invitati a provare i ramponi prima dell’escursione. Contattare il direttore di escursione per l’eventuale prestito dell’attrezzatura e per spiegazioni sull’utilizzo della stessa.

DESCRIZIONE PERCORSO (da “Sentiero degli Dei” – sett. 2001 – Nota di G. De Fazio): Dalla piccolissima piazzetta del piccolo abitato di Capizzo parte una stradina che, passando sotto un arco di un’antica casetta, si dirige, divenendo una mulattiera selciata con alti gradini simili alle vie Inca, alla volta della chiesa rupestre di San Mauro, abbarbicata sotto la cresta rocciosa, a ridosso di un’alta parete calcarea. Si percorre tutta la mulattiera che, serpeggiando su terreno roccioso attraverso la macchia mediterranea, si inoltra man mano nel bosco misto di lecci, aceri e carpini, raggiungendo, intorno ai 1000 m, la chiesa. Poco prima di raggiungere la chiesa, la mulattiera si divide in due: a sinistra si va alla chiesa mentre a destra, come indicato da una freccia, si raggiunge un valico a quota 1050 m, che porta alla cresta del Monte Chianello, aerea e seghettata. Girando a sinistra, si continua per almeno un’ora in viva salita, per la lunga cresta rocciosa fino alla vetta, solcata da profondi canaloni scoscesi.La via del ritorno è la stessa della salita.

AVVERTENZA: Il direttore di escursione si riserva di modificare in parte l’itinerario, di annullare l’escursione in caso di condizioni meteo avverse o di condizioni del sentiero e capacità dei partecipanti tali da impedire la conclusione dell’escursione nei tempi prefissati. All’escursione non saranno ammessi a partecipare i non soci e le persone non adeguatamente equipaggiate.

Condividi
  • 9
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *