Escursione 20 e 21 Luglio

Escursione 20 e 21 Luglio

Sabato 20 e Domenica 21 Luglio 2019

Parco Nazionale del Pollino

Serra delle Ciavole (2127 m)
Monte Grattaculo (2053m )

 

Difficoltà: EE

DIRETTORE DI ESCURSIONE:
MASSIMO CESARO 338 9264905
GIUSEPPE ERCOLANO 393 4273868

DISLIVELLO: 700 m     DURATA: 7h soste escluse      LUNGHEZZA: 13Km      TIPOLOGIA: A/R
DISLIVELLO: 450 m     DURATA: 4h soste escluse      LUNGHEZZA: 5Km      TIPOLOGIA: A/R

PROGRAMMA:
VENERDI’ 19 Luglio
ore 15,30 – appuntamento a C.mare di Stabia nei pressi della Clinica Villa Stabia oppure al motel di Nocera sulla NA-SA alle 15,45 e partenza con auto proprie; arrivo a Viggianello / Mezzana Salice in serata e sistemazione presso l’Hotel Ristorante “Mulino Iannarelli” (www.mulinoiannarelli.com);
– Costo trattamento di 1/2 pensione pari ad € 60,00 a persona per notte in camera doppia, € 55,00 in tripla e € 50,00 in quadrupla, comprendente: sistemazione in camera con bagno, prima colazione e cena composta da tre portate e dessert (bevande escluse), eventuale camera singola € 80,00 per notte;
ore 20,00 – cena presso Ristorante dell’Albergo;

SABATO 20 luglio
ore 07,30 – prima colazione in albergo;
ore 08,00 – partenza con auto proprie per l’escursione alla Serra delle Ciavole da Colle dell’Impiso;
ore 17,00 circa – rientro dall’escursione;
ore 20,00 – cena presso Ristorante dell’Albergo;

DOMENICA 21 luglio
ore 8,30 – prima colazione in albergo;
ore 9,00 – partenza con auto proprie per l’escursione al Monte Grattaculo, al rientro dall’escursione ritorno a C.mare previsto intorno alle ore 18,00;

Per effettuare la prenotazione è necessario versare una caparra di €. 50,00 (cinquanta) o in contanti, direttamente ai Direttori di escursione, oppure mediante Bonifico Bancario sul c/c Cariparma IBAN IT50 H062 3040 2600 0005 6526 083 intestato a Massimo Cesaro, con la causale Pollino Luglio 2019.
TERMINE PERENTORIO PRENOTAZIONI ENTRO IL GIORNO 10 LUGLIO 2019

PER PRENOTAZIONI ED INFORMAZIONI SI PREGA CONTATTARE AL PIU’ PRESTO I DIRETTORI DI ESCURSIONE

DESCRIZIONE ITINERARIO ALLA SERRA DELLE CIAVOLE DA COLLE IMPISO: dalla località Mezzana Salice si raggiunge con le auto in circa 20-25 minuti il Piano Visitone e quindi dopo il Colle dell’Impiso (m. 1573), dove si parcheggia comodamente.
Dal Colle si prende il sentiero 920 che inizia sulla destra, sulla parte più elevata del passo trascurando sia la sterrata che la traccia per la cresta Nord della Serra del Prete. Si segue nel bosco il sentiero fino a spuntare sulla carrareccia sulla parte alta dei Piani di Vacquarro (m. 1501). Invece di seguire lo stradone si lascia la traccia e si prosegue brevemente in direzione est fino ad incrociare, dopo un piccolo guado ed una breve salita, nuovamente la carrareccia che seguiremo lungamente nel bosco in direzione sud-est fino a giungere al Piano di Toscano (m. 1790).
Giunti sul piano si prosegue sul sentiero 923 che prende a salire toccando la Sorgente dei Tre Faggi e poi la sorgente del Frido. Dopo di questa si volge a destra in direzione sud e dopo un tratto in piano il percorso affronta l’ascesa finale della cima sud della Serra delle Ciavole (m. 2127). Essa non è la più alta del Pollino ma è comunque baricentrica rispetto all’asse Serra del Prete – Pollino – Dolcedorme; infatti, oltre ad offrire una veduta incomparabile delle tre cime, consente di volgere lo sguardo sulle vette del versante Calabrese, che non sono da meno.
Dopo una pausa sulla cima ripercorriamo in senso inverso il tracciato fino al Piano di Toscano. Giunti sul piano seguiamo il sentiero 921 che, dopo un tratto in leggera ascesa e poi in discesa, ci conduce al Piano Gaudolino (m. 1691). Da qui svoltiamo a destra e, percorrendo in discesa uno dei tratti più frequentati dagli escursionisti, incontriamo prima la Fontana “Spezzavummola”, dove integriamo le nostre scorte, e poi Il Piano Vacquarro Alto (m. 1501). Dal piano basta percorrere a ritroso il primo tratto ed in circa mezz’ora ritorniamo al punto di partenza.
DIFFICOLTA’ : EE per la sola lunghezza
TEMPI DI PERCORRENZA : 6-7 ore ;
EQUIPAGGIAMENTO NECESSARIO: Scarponi da montagna, abbigliamento escursionistico “a strati” (data la quota è possibile trovare temperature rigide anche in estate), pile, giacca a vento e/o mantellina antipioggia, occhiali da sole, pranzo a sacco, acqua (almeno 2 litri a persona), bastoncini telescopici, torcia ;
DISLIVELLO E LUNGHEZZA: 700 m. circa in salita/discesa per circa 12/13 km. di percorso;

DESCRIZIONE ITINERARIO AL MONTE GRATTACULO: dalla località Mezzana Salice si seguono le indicazioni per il Colle dell’Impiso, come il giorno addietro, ma si prosegue oltre fino al Piano Ruggio dove si parcheggia comodamente nei pressi del Rifugio De Gasperi. Il sentiero 902 si imbocca dal piazzale nei pressi del rifugio ed inizia salendo dapprima verso sinistra. Arrivati alle spalle del rifugio con un tornante si svolta a destra per salire gradatamente verso nord-est. Dopo aver incrociato il sentiero 900A, che scende verso destra, si prosegue in salita fino ad inoltrasi in un vallone ripido. Dal fondo del vallone il sentiero piega verso destra per uscire fuori dal bosco su una spalla rocciosa che scende verso il centro del Piano Ruggio. Qui il tracciato scavato nella roccia si allarga in un belvedere (m. 1646), un terrazzo panoramico dal quale si domina sia il pianoro carsico del Piano Ruggio sia le vette che lo delimitano sul lato sud. Si prosegue in salita, sempre nel bosco, fino a quota m. 1810 per continuare allo scoperto fino alla cima del Monte Grattaculo (m.1890). Il ritorno avviene seguendo lo stesso percorso.
DIFFICOLTA’ : E
TEMPI DI PERCORRENZA : 3/4 ore ;
EQUIPAGGIAMENTO NECESSARIO: come all’itinerario precedente ;
DISLIVELLO E LUNGHEZZA: 450 m. circa in salita/discesa, per circa 4/5 km. di sviluppo ;

AVVERTENZE :
1) nei pressi dell’albergo non è facile acquistare cibi e bevande, c’è un centro abitato molto piccolo, è quindi consigliabile portare da casa quanto necessario per il pranzo a sacco nei due giorni di escursione, in alternativa è possibile usufruire di colazione a sacco predisposta dall’albergo.
2) I direttori di escursione si riservano di modificare in parte gli itinerari in caso di condizioni meteo avverse o di condizioni del sentiero e capacità dei partecipanti tali da impedire la conclusione dell’escursione nei tempi prefissati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.