Escursione 15 Gennaio 2020

Escursione 15 Gennaio 2020
Mercoledì 15 Gennaio 2020
Monti Lattari – Cetara
Da Cetara per il Monte dell’Avvocata (1014 m) I Sentieri della Costa d’Amalfi (303b e 305a) DIFFICOLTA’: E
DIRETTORE D’ESCURSIONE:
Gennaro Pisacane 338 4197625
DISLIVELLO: 1110 m in salita ed altrettanti in discesa
TEMPI DI PERCORRENZA: ore 5,30 di cammino escluse soste (totale 8 ore circa)
LUNGHEZZA: 13,2 kM

APPUNTAMENTO: ore 7:45 con auto proprie in Piazza Flavio Gioia ad Amalfi; oppure alle ore 8:30 a Cetara, alla fermata del bus SITA, lungo la SS 163 nei pressi del Municipio.

PARCHEGGIO AUTO: chi verrà in auto potrà parcheggiare gratuitamente in un qualsiasi parcheggio pubblico comunale lasciando esposto sul parabrezza un cartello con la scritta “PARTECIPANTE ALL’ESCURSIONE CAI DEL 15.1.2020”. Tale facoltà è stata gentilmente concessa dal Comune di Cetara a sostegno delle iniziative del CAI e dell’importante opera svolta dalla nostra associazione per il recupero e la valorizzazione dei territori montani.

ISCRIZIONI: I non soci che intendono partecipare all’escursione devono comunicare, entro martedì 14.1, i propri dati anagrafici al Direttore di Escursione per la stipula dell’assicurazione giornaliera al costo di Euro 6

DESCRIZIONE ITINERARIO:
Il percorso è un anello che parte dal centro di Cetara(precisamente dalla fermata SITA nei pressi del Municipio) e termina nel punto di partenza dopo aver attraversato le località Cappella Vecchia ed il Monte Avvocata. Si tratta di un trek impegnativo, non adatto a persone poco allenate. Cetara è uno dei borghi più belli e caratteristici della Costa d’Amalfi, non solo per la sua conformazione urbanistica, ma soprattutto per il suo legame con la tradizionale arte della pesca delle alici e del tonno, che sono rimaste le attività prevalenti sul territorio, nonostante l’indubbia vocazione turistica della piccola cittadina. Il prodotto tipico che rende Cetara famosa in tutto il mondo è la colatura di alici, eccellente condimento che si sposa perfettamente con un piatto di spaghetti. Inizieremo il trek dal centro cittadino, attraversando alcune delle principali vie del borgo per raggiungere l’inizio del sentiero CAI 303b (65 m). Nella prima parte il sentiero corre lungo una ripida scala che ci condurrà al cimitero cittadino (140 m). Di li proseguiremo, sempre in ripida salita, lungo un percorso straordinariamente panoramico, da cui potremo ammirare l’intera Valle di Cetara. Visto dall’alto, il piccolo borgo marinaro ci apparirà ancor più bello e caratteristico. Inoltre potremo apprezzare le risorse montane di questa cittadina che, come tutte le altre della Costa d’Amalfi, ha avuto nella parte interna la sua economia più florida fino al 1950 circa, grazie in particolare alle produzioni del pregiato “sfusato amalfitano”, rese possibili dalla straordinaria presenza d’acqua, che le attente persone del luogo hanno saputo preservare nel corso dei secoli. Dalla Sella del Monte Falerio, proseguiremo lungo il sentiero 303a fino a raggiungere Cappella Vecchia (m 692) dove intraprenderemo l’Alta Via dei Monti Lattari (sentiero 300) in direzione Monte dell’Avvocata. Percorreremo l’Alta Via per circa 3,3 km, fino a raggiungere il bivio per la Vetta del Monte Avvocata (mt 954) dove intraprenderemo l’ultima salita che ci condurrà alla Vetta (mt 1014), dove giungeremo alle 12:15 circa. Se il meteo (come pare) lo consentirà, consumeremo lì il pranzo a sacco, godendoci panorami mozzafiato su tutto il golfo di Salerno e sulla Costiera Amalfitana. Altrimenti, raggiungeremo subito il santuario dell’Avvocato percorrendo lo spettacolare sentiero a sud della vetta dell’Avvocata. Giunti al Santuario (mt. 873) faremo un’ulteriore breve sosta (più lunga se non avremo ancora consumato il pranzo a sacco) per poi intraprendere, verso le 13:30, la lunga ed impegnativa discesa che ci riporterà a Cetara seguendo dapprima il sentiero 305 e, poi, il sentiero 305A. Giungeremo a Cetara presumibilmente alle 17:00.

EQUIPAGGIAMENTO NECESSARIO: Scarponi da montagna, abbigliamento escursionistico “a strati”, pantaloni lunghi, giacca a vento o mantellina antipioggia, pranzo a sacco ed acqua, bastoncini telescopici.

AVVERTENZA: Il direttore di escursione si riserva di modificare in parte l’itinerario, di annullarlo in caso di condizioni meteo avverse o di condizioni del sentiero e capacità dei partecipanti tali da impedire la conclusione dell’escursione nei tempi prefissati.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *