Alpinismo Giovanile 16 maggio

Alpinismo Giovanile 16 maggio

Domenica 16 Maggio 2021

Alpinismo Giovanile

Logo Alpinismo Giovanile

Caprile – Butto dell’acqua – Aurano

DIFFICOLTA’: E

Direttori di escursione: Pio Gaeta (335 6339741)

Dislivello in salita e discesa: 300 m circa

Durata: ore 5 circa

Appuntamento: a Castellammare di Stabia alle ore 8.45 al Viale Europa (di fronte Clinica Villa Stabia) con auto proprie

AVVERTENZE: Gli appuntamenti di alpinismo giovanile sono riservati esclusivamente ai ragazzi eventualmente accompagnati dai genitoriI ragazzi possono essere affidati agli Accompagnatori di Alpinismo Giovanile. In quest’ultimo caso, il genitore (ovvero il tutore legale) deve far pervenire il modulo di autorizzazione allegato via Whatsapp al direttore.

I non soci, che intendono partecipare all’appuntamento devono comunicare i propri dati anagrafici ai Direttori di Escursione per la stipula dell’assicurazione giornaliera del costo di €6,00 entro venerdì.

EQUIPAGGIAMENTO: Scarpe da montagna o da ginnastica con le suole scolpite, abbigliamento “a strati” (giubbotto antivento, maglietta, camicia, felpa, k-way, maglia di ricambio), zainetto, cappellino, pranzo a sacco ed acqua  (almeno 1l a persona).

DURATA ATTIVITA’: 5 ore

DESCRIZIONE: L’escursione parte dalla frazione Caprile di Gragnano. Percorreremo il sentiero 345a che ci porterà a visitare i resti di un antichissimo acquedotto e una vallata dove scorrono le acque che alimentano l’acquedotto di Castellammare.

La valle si restringe sino a diventare una gola: il Butto dell’acqua, dove avremo modo di osservare i canyon erosi dall’acqua.

Guaderemo il torrente e ci inoltreremo lungo i fianchi del Cananiello, dove visiteremo, attraverso uno stretto sentiero, le sorgenti del Moiariello in una splendida grotta.  Proseguendo incroceremo il sentiero 345:  una antichissima mulattiera a basolato che ci porterà alla frazione Aurano di Gragnano.

 

RISCHI E RESPONSABILITA’: I partecipanti intervenendo alla gita sociale, accettano i rischi della pratica di attività in ambiente montano e sollevano da qualsiasi responsabilità la Sezione CAI di Castellammare, i Direttori di gita ed i collaboratori per incidenti ed infortuni che si dovessero verificare durante l’escursione.

Sulla base del protocollo operativo predisposto dal C.A.I. Centrale, i partecipanti sono invitati a scaricare e a prendere visione del seguente documento:

* Protocollo riavvio dell’attività escursionistica e cicloescursionistica – Note operative partecipanti

Scarica il documento

I partecipanti dovranno consegnare al Direttore d’escursione il seguente modulo di autodichiarazione debitamente compilato.

* Modello di autodichiarazione per l’attività escursionistica e ciclo escursionistica –

Scarica e compila il documento

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.