Gita sociale 17-19 aprile – variazione programma

Gita sociale 17-19 aprile – variazione programma

Da domenica 17 aprile a martedì 19 aprile 2022

Parco Nazionale del Pollino

a) Serra Dolcedorme (2267 m) e Celza Bianca (2082 m) dal sottopasso di Valle Piana (750 m)

b) Vallje di Civita

con pernottamenti a Morano Calabro

DIFFICOLTA’: EE (o F+) a seconda delle condizioni di innevamento e T

in sostituzione della salita al Monte Amaro, nel Parco della Maiella, che è rinviata ai giorni 7 e 8 maggio

DIRETTORE DI ESCURSIONE: Raffaele LUISE (339.2040444)

PROGRAMMA DI MASSIMA

17 aprile 2022, domenica di Pasqua

ore 16:30 – Partenza da Castellammare (appuntamento al Viale Europa nei pressi di Villa Stabia) con auto proprie.

ore 19:00 – Arrivo a Morano Calabro

Pernottamento in appartamenti e B&B.

18 aprile 2022, lunedì di Pasquetta

ore 7:45 – Partenza per Valle Piana

Ore 8:30 – Inizio escursione: Serra Dolcedorme (2267 m) e Celza Bianca (2082 m) dal sottopasso di Valle Piana (750 m)

DIFFICOLTA’: F+ (alpinistica facile) o EE a seconda delle condizioni di innevamento; DURATA: 9 ore; DISLVELLO: 1600 m

BREVE DESCRIZIONE DEL PERCORSO: Dal sottopasso dell’autostrada a circa 750 metri di altezza, dove si lasciano le auto, si procede verso la radura di Valle Piana lungo una strada sterrata, di qui si percorre un evidente sentiero (traccia CAI) che, dopo circa 1 km, arriva ad un bivio. La diramazione di sinistra porta al Varco del Pollinello (1.700 m), quella di destra al passo di Valle Cupa (1.317 m). Si procede verso il Varco del Pollinello per circa 850 m (quota 1430 m circa); si continua quindi sulla destra attaccando il canalone che porta direttamente alla vetta di Celza Bianca (2.047 m.)
Da qui si continua lungo la cresta fino a raggiungere la vetta della Timpa di Valle Piana (2.163 m). La cima del Dolcedorme (2.267 m.) si raggiunge senza percorso obbligato.

Il ritorno dal Dolcedorme si effettua scendendo dal costone di Celsa Bianca (2047 m s.l.m.) fino a raggiungere il bosco del Pollinello (1908 m).
Arrivati al Varco del Pollinello (1700 m) si procede per la “Tagliata”, sentiero scavato in una parete rocciosa e si passa davanti ad una piccola targa in ricordo di aviatori tedeschi qui caduti con l’aereo durante l’ultima guerra mondiale.
Seguire il sentiero fino a Valle Piana.

19 aprile 2022, martedì

ore 9:00 – Partenza per Civita

MATTINA: Breve escursione turistica (adatta anche ai bambini) nei pressi di Colle Marcione

POMERIGGIO: Vallje di Civita: festa tradizionale albanese che ha origini remote, ma la tradizione colloca la sua origine alla rievocazione di un avvenimento storico molto importante per gli arbëreshë, la vittoria riportata da Giorgio Castriota Skanderbeg, il quale alla guida di un piccolo esercito sconfisse le armate turche, salvando la cittadella di Kruja il 24 aprile 1467, che secondo il calendario Giuliano in vigore in quel tempo, era proprio il martedì dopo la Pasqua, così per tre giorni i posteri continuano a rievocare il glorioso avvenimento tra i balli, lo sfavillio dei colori dei costumi tipici  arbëreshë e i toni melodiosi dei canti tradizionali. Quest’anno è prevista la partecipazione del Presidente dell’Albania.

EQUIPAGGIAMENTO NECESSARIO per l’escursione del lunedì: Scarponi da montagna, abbigliamento escursionistico “ a strati”, giacca a vento, cappello, guanti, mantellina antipioggia, lampada frontale, bastoncini telescopici, occhiali da sole, ramponi, picozza, ghette, pranzo a sacco ed acqua (almeno 1 litro e mezzo).

SISTEMAZIONI ALBERGHIERE E PASTI : Pernottamenti presso appartamenti e B&B di Morano Calabro PREZZI: variabili tra 25 € e 30 € a persona al giorno (a seconda del tipo di camera occupata). Possibilità di camere matrimoniali, doppie, triple, quadruple, ecc.; Cena della Pasquetta in ristorante, gli altri pasti si gestiranno in autonomia.

PRENOTAZIONI AL MASSIMO ENTRO MARTEDI’ 12 APRILE 2022 ALLE ORE 10:00

AVVERTENZA: Il direttore di escursione si riserva di modificare in tutto o in parte le escursioni in programma in caso di condizioni meteo avverse o di condizioni di innevamento e capacità dei partecipanti tali da impedire la conclusione delle escursioni nei tempi prefissati, oltreché rifiutare la partecipazione all’escursione ai soci non adeguatamente equipaggiati. ALLE ESCURSIONI NON SARANNO AMMESSI I NON SOCI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.